Corsi di Formazione


ESAWEBINAR & ESAFORMAZIONE 

Non perderti i prossimi appuntamenti formativi! Dai un’occhiata ai corsi scaricando il calendario qui di seguito.

Ti aspettiamo 🙂


“L’apprendimento è un tesoro che seguirĂ  il suo proprietario ovunque” – Proverbio cinese

Abbiamo preparato per voi un calendario con i corsi che negli anni hanno reso Esavision un riferimento importante per tutti i professionisti della visione che considerano la conoscenza un processo in continua evoluzione.

InterdisciplinarietĂ , professionalitĂ , competenza e strumentazione all’avanguardia sono alcuni degli ingredienti che abbiamo dosato per offrirvi un programma valido e di sicura utilitĂ  per la vostra pratica quotidiana.

Potete trovare ulteriori aggiornamenti sulle nostre pagine Facebook e Instagram e sulle News

 

Scarica il Programma
Dove si svolgono i corsi
I corsi presenziali vengono svolti presso la sede Esavision di Verona. La struttura dispone di un comodo parcheggio ed è ben collegata alla rete dei trasporti.
COME ARRIVARE

    CORSI ONLINE - teoria & pratica

    Il corso è dedicato alle figure professionali (oculisti, optometristi, ortottisti, psicologi, logopedisti ecc…) che intervengono nella valutazione interdisciplinare, nelle cause dei DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento) in particolare nella Dislessia, proponendo un protocollo che analizza le basi visive che possono concorrere allo sviluppo di questo disturbo.
    Il progetto Tetra, sviluppato dal Dr. Carlo Aleci, utilizza una piattaforma che permette di analizzare la parte relativa agli stimoli visivi, con test specifici validati dall’Università di Torino, che entrano nella batteria dei test, legati alla valutazione della Dislessia, in modo da utilizzarlo nella redazione, da parte del neuropsichiatra infantile, nella diagnostica della dislessia e la relativa strategia riabilitativa attraverso il modulo Trigram presente nella piattaforma Tetra.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • Comunicare il progetto Tetra: cosa dire e cosa non dire – DR. MARCUGLIA
    • TETRA: New Insigths – DR. ALECI
    • Q&A prima parte
    • Prove pratiche e simulazioni in gruppi
    • Illustrazione tecnica dei test, i protocolli diagnostico e riabilitativo, la proposta di referto, i programmi accessori – ING. BERTOLINI


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE e si tratterĂ  sia la TEORIA che la PRATICA dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatori Marco Bertolini, Carlo Aleci, Dino Marcuglia.


    Nel costo del corso è compresa la PRATICA in sede con data da definire.

     

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Mai come oggi il nostro sistema visivo è quotidianamente sottoposto ad una visione prossimale prolungata.
    Questa situazione coinvolge tutti, dai soggetti piĂą giovani a quelli piĂą adulti.
    L’utilizzo di smartphone, tablet ed e-readear ha sostituito in buona parte i libri e in molti casi aumentato l’impegno cognitivo prossimale.
    In questa condizione misurare solo la condizione refrattiva può risultare riduttivo e nella maggior parte dei casi non risolutivo dei sintomi del soggetto.
    Nel corso, partendo dalla refrazione, si prenderanno in esame le varie abilità della visione binoculare e si analizzeranno sia in teoria che in pratica i test che vanno a comporre l’analisi visiva.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    – retinoscopia da lontano e retinoscopia dinamica
    – accomodazione : PPA, Ampiezza di Accomodazione, Accomodazione Relative Positiva e Negativa, Flessibilità  Accomodative, Rapporto AC/A
    – movimenti oculare : Test NSUCO e MOE
    – sistema fusionale: Test per le Forie, Riserve Fusionale Positive e Negative, FlessibilitĂ  di Vergenze, Punto Prossimo di Convergenza.

    Tutti i test dell’analisi visiva verranno spiegati e dimostrati nella parte pratica sia utilizzando il forottero che utilizzando l’occhialino di prova.


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE e si tratterĂ  sia la TEORIA che la PRATICA dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Daniela Comuzzi.


    Nel costo del corso è compresa la PRATICA in sede con data da definire.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso si rivolge a coloro che si vogliono avvicinare all’ortocheratologia e desiderano conoscere, provare e utilizzare il protocollo applicativo delle lenti ESA Ortho-6.
    Il corso è dedicato anche a chi, già applicatore, desidera condividere esperienze, discutere di casi reali per costruire un network di professionisti della visione con i
    quali confrontarsi e crescere continuamente.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • PERCHÉ L’ORTOCHERATOLOGIA?
    • STORIA ED EVOLUZIONE DELLE GEOMETRIE
    • CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA DELLA CORNEA
    • BIOMECCANICA E MECCANISMO D’AZIONE
    • PROTOCOLLO APPLICATIVO DELLE ESA ORTHO-6: APPLICAZIONE PRATICA
    • INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI ALL’ORTOCHERATOLOGIA
    • EFFICACIA E SICUREZZA: RISULTATI DI UNA SPERIMENTAZIONE CLINICA
    – LA RISPOSTA CORNEALE AL MICROSCOPIO CONFOCALE
    – VARIAZIONI TOPOGRAFICHE E ABERROMETRICHE
    • RISCHI E COMPLICANZE. CASI CLINICI: GESTIONE
    • RISPETTARE LE REGOLE: LA COMPLIANCE E LA MANUTENZIONE
    • CENNI SUL CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE MIOPICA
    • TAVOLA ROTONDA


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE e si tratterĂ  sia la TEORIA che la PRATICA dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Oscar De Bona.


    Nel costo del corso è compresa la PRATICA in sede con data da definire.

     

     

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso ha carattere multidisciplinare, è destinato ad ottici e optometristi con esperienze applicative in lenti per ortocheratologia e agli oftalmologi che vogliono accrescere le
    loro conoscenze sulle possibilità offerte oggi dall’ortocheratologia.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • IL TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO DELL’ ASTIGMATISMO
    • LENTI ESA PER ASTIGMATISMO: CARATTERISTICHE DIMENSIONALI E MECCANISMO D’AZIONE
    • VALUTAZIONE PREAPPLICATIVA ED IMPOSTAZIONE DEL TRATTAMENTO IN BASE AL TIPO E ALL’ENTITÀ DELLA TORICITÀ CORNEALE
    • ESEMPI PRATICI DI TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO PER ASTIGMATISMO
    • IL TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO NELL’ IPERMETROPIA E NELLA PRESBIOPIA
    • LENTI ESA PER IPERMETROPIA: CARATTERISTICHE DIMENSIONALI E MECCANISMO D’AZIONE
    • VALUTAZIONE PREAPPLICATIVA ED IMPOSTAZIONE DEL TRATTAMENTO IN PRESENZA DI IPERMETROPIA.
    • IL CONTROLLO DOPO LA PRIMA NOTTE E L’OTTIMIZZAZIONE DELL’ APPLICAZIONE
    • ESEMPI PRATICI DI CALCOLO E DIMENSIONAMENTO DELLE LENTI PER IL TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO NELL’ OCCHIO IPERMETROPE


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE e si tratterĂ  sia la TEORIA che la PRATICA dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Oscar De Bona.


    Nel costo del corso è compresa la PRATICA in sede con data da definire.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso tratta l’uso dei due strumenti di diagnostica più importanti per una pratica contattologica adeguata e sicura:
    – Il topografo corneale e l’interpretazione delle mappe topografiche
    – la lampada a fessura e le tecniche di illuminazione.

    Gli obiettivi del corso sono:
    – sviluppare le competenze necessarie inerenti all’uso del topografo corneale e della lampada a fessura,
    – promuovere la capacitĂ  di comunicazione e relazione tra i partecipanti,
    – favorire la consapevolezza della ricaduta professionale delle competenze acquisite da questo corso.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • LA CORNEA: ANATOMIA E FISIOLOGIA
    • COME SI MISURA LA CORNEA: PENDENZE, CURVATURE E ALTEZZE
    • IL TOPOGRAFO E GLI ALGORITMI DI CALCOLO
    • LE SCALE: ASSOLUTA, NORMALIZZATA E AGGIUSTABILE
    • GLI INDICI CHERATOMETRICI: COME SI LEGGE UNA MAPPA
    • LE CORNEE IRREGOLARI
    • SIMULAZIONE E ABERROMETRIE
    • PROVE PRATICHE
    • LAMPADA A FESSURA: CARATTERISTICHE, FILTRI E INGRANDIMENTI
    • TECNICHE DI ILLUMINAZIONE: COME E COSA GUARDARE.
    • PROTOCOLLO E UTILIZZO DELLE GRADING SCALES
    • ACQUISIZIONE DI IMMAGINI: PERCHÉ?
    • PROVE PRATICHE


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE e si tratterĂ  sia la TEORIA che la PRATICA dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Oscar De Bona.


    Nel costo del corso è compresa la PRATICA in sede con data da definire.

     

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    CORSI ONLINE - solo teoria

    Esavision ha preparato un programma di formazione interamente online per tutti i professionisti della visione. Potrete accedere alla nostra aula virtuale ovunque voi siate! :) Potrete acquistare i nostri corsi online direttamente qui dal nostro sito ecommerce oppure potete contattare il servizio dedicato: esawebinar@esavision.it
    SCL è la famiglia delle lenti RGP Specialty di grande diametro, sviluppata da TSLAC per offrire ai professionisti una molteplicità di soluzioni applicative. Maturata dall’esperienza progettuale e dalle esigenze cliniche, la linea SCL è il frutto della ricerca in contattologia per superare con successo le criticità applicative e le difficoltà correttive tipiche delle lac ad appoggio corneo-sclerale ed aptico.
    L’intera gamma SCL è prodotta con polimeri ad elevata permeabilità ai gas (DK 100-125-200×10-11ISO/Fatt ), al fine di garantire l’adeguato fabbisogno metabolico corneale.

    Verrà discussa la materia relativa all’applicazione di lenti aptiche (extra corneali), siano esse mini sclerali o corneo sclerali.
    Partendo da considerazioni che riguardano la geometria corneo-sclerale, si entrerĂ  nel vivo di due interessanti protocolli applicativi: SCL Advance e SoClear.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • INTRODUZIONE SUI CONCETTI BASE COMUNI A TUTTE LE SCLERALI
    • PROTOCOLLO APPLICATIVO LENTI SCLERALI SCL ADVANCE E SOCLEAR
    • PROBLEM SOLVING
    • VALUTAZIONE CLINICA
    • CASE REPORT

    Corso gratuito in collaborazione con TSLac.


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Marco Tovaglia.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Applicare lenti a contatto nei bambini piccoli fino alla pubertĂ , richiede al contattologo una serie di competenze tecniche e relazionali che normalmente non vengono richieste nella normale contattologia.
    Il piccolo ametrope e la famiglia sono nucleo unico e indivisibile, applicare lenti a contatto in un bambino nella prima infanzia vuol dire applicare lenti a contatto a tutta la famiglia, applicare una lente a contatto ad un bambino vuol dire fare “intrusione” in uno spazio psico-fisico ancora molto delicato.
    Chiunque operi nella pediatria, e noi contattologi ancora di più, dobbiamo essere addestrati sia tecnicamente che psicologicamente. Un fallimento applicativo in un bambino piccolo può pregiudicare non solo l’applicazione di lenti a contatto in quel momento ma anche nel futuro compromettendo anche in maniera irreversibile lo sviluppo visivo e binoculare.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • CARATTERISTICHE FISICO-CHIMICHE DEI POLIMERI USATI PER LA CONTATTOLOGIA PEDIATRICA
    (MORBIDE, SILICONE E RGP)
    • SVILUPPO DELLA VISIONE DALLA NASCITA FINO AI 12 ANNI
    • SVILUPPO VISUO-MOTORIO DALLA NASCITA FINO AI 12 ANNI
    • SVILUPPO PSICHICO E RELAZIONALE DEL BAMBINO DALLA NASCITA FINO AI 12 ANNI
    • IL COLLOQUIO CLINICO CON I GENITORI DI UN BAMBINO CON HANDICAP VISIVO
    • COME COSTRUIRE INSIEME UN NUOVO PROGETTO FAMIGLIARE
    • PERLE PRATICHE DA USARE NELLA GESTIONE CON IL BAMBINO


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Pietro Gheller.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Lo studio del film lacrimale rappresenta per il professionista una componente essenziale per conoscere uno dei principali fattori correlati all’applicazione
    delle lenti a contatto.
    La capacità di mantenere la propria integrità in presenza della lente è un prerequisito fondamentale per l’utilizzo delle lenti stesse.

    Durante il corso verranno verranno trattati i seguenti argomenti:

    • ANATOMIA E PRODUZIONE DEL LIQUIDO LACRIMALE
    • FILM LACRIMALE: IPOLACRIMIE E DISLACRIMIE
    • OCCHIO SECCO MARGINALE
    • TEST QUANTITATIVI E QUALITATIVI
    • EQUILIBRIO IDRICO
    • QUANDO, COSA E COME APPLICARE: SCELTA DELLA LENTE


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Renzo Colombo.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Durante la pratica quotidiana, l’ottico optometrista applicatore può imbattersi in segni o sintomi di problematiche che sono, o sembrano, dovute all’uso di lenti a contatto.
    Nel corso verranno trattate le complicanze: come evidenziarle, come valutarle e come affrontarle.

    Durante il corso verranno verranno trattati i seguenti argomenti:

    • CENNI DI ANATOMIA DEL SEGMENTO ANTERIORE
    • IMPORTANZA DELL’ANAMNESI E DEGLI ESAMI PRE-APPLICATIVI
    • COSA SUCCEDE QUANDO SI APPLICA UNA LENTE A CONTATTO
    • APPLICAZIONE PONDERATA O ALL’AVVENTURA? SCELTA MATERIALE E GEOMETRIA
    • COLORAZIONI VITALI
    • FARMACI E LENTI A CONTATTO
    • CENNI SULL’USO DELLA LAMPADA A FESSURA
    • COMPLICAZIONI CORNEALI E CONGIUNTIVALI: COME EVIDENZIARLE. QUANDO ALLARMARSI?
    • QUANDO INVIARE AL MEDICO SPECIALISTA?


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Renzo Colombo.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Le ragioni che spingono all’adozione di LAC a grande diametro come ausilio ottico sono molteplici.
    Secondo diversi studi le lento corneo-sclerali sono scelte per la compensazione confortevole e sicura di ectasie corneali e situazione di intolleranza
    alle LAC RGP/morbide, mentre le ScCL sono una tipologia di LAC indicata per il management di ectasia, occhio secco, malattie delle cellule limbali,
    distrofie corneali e post cheratoplastica(Barnett et al, 2016), quando vi sono errori refrattivi ed astigmatismi residui elevati (Otchere et al 2017;
    Severinsky et al, 2014).
    In una revisione di 530 casi di utilizzo di ScCL, il 53% dei portatori era affetto da cheratocono, cheratoglobo e degenerazione marginale pellucida
    (Pullum and Buckley, 1997).
    Le ScCL sono state anche impiegate allo scopo di aumentare la ritenzione lacrimale in caso di grave occhio secco in cheratite da esposizione (Pullum
    e Buckley, 1997; Weber et al, 2016), cheratopatia neurotrofica (Schornack et al, 2014) e nell’ oftalmopatia di Graves (Harthan, 2014).
    Ovviamente la scelta di queste lenti espone l’applicatore ad occuparsi di casi clinici molto particolari dove la cogestione con il medico oculista è
    necessaria e dove ogni attenzione alle procedure di buona pratica sono fondamentali.
    Durante questo corso si affronteranno step by step le tecniche applicative di entrambi le lenti e la presa in carico di tutta la modulistica per la sicurezza
    legale in contattologia (documento informativo e assicurazione).


    Il corso si svolgerĂ  in modalitĂ  ONLINE dalle ore 9.30 alle ore 12.30 con relatore Pietro Gheller.

    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    CORSI PRESENZIALI - teoria & pratica

    Esavision ha preparato un programma di formazione per tutti i professionisti della visione. Potrete acquistare i nostri corsi presenziali direttamente qui dal nostro sito ecommerce oppure potete contattare il servizio dedicato: formazione@esavision.it  

    La relazione sviluppa le correlazioni tra il sistema posturale, stomatognatico e il sistema visivo.
    I collegamenti neuro-anatomici ne descrivono l’esistenza e i casi clinici presentati ne dimostrano l’influenza tra i sistemi.
    Vengono inoltre presentate le metodologie di somministrazione e di valutazione di alcuni test visuo–occluso-posturali specificatamente studiati per la clinica visiva per un approccio interdisciplinare. L’interesse concreto di questi collegamenti è estremamente importante e favorisce la comprensione sulla possibile origine dei vari episodi in cui il trattamento non fornisce risultati apprezzabili, non risolve il disagio a medio e lungo termine ovvero dà indicazioni pratiche sulla prevenzione degli interventi iatrogeni.
    La sessione pratica fornisce indicazioni sull’orientamento primario di trattamento e portano il discente ad apprendere manualità con i test visuo-occluso-posturali di base.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • L’ESAME VISUO POSTURALE per non fermarsi all’occhio o rimanere indietro?
    • PRESCRIZIONE: test di controllo dell’interferenza della nuova prescrizione sul sistema posturale.
    • CONNESSIONI: tra visione e postura e l’apparato stomatognatico
    • LENTI: test per valutare l’assetto posturale per la scelta della lente progressiva
    • CENTRATURA: gestione dei molti casi di testa piegata
    • PRATICA CLINICA sull’esecuzione dei test visuo posturali
    • ACCESSO AL PORTALE di collegamento interdisciplinare per trovare e farsi trovare dai professionisti della posturologia


    Orario del corso 10.00 – 17.30 compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Luca Giannelli
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il secondo modulo sull’esame visuo-posturale approfondisce il lavoro multidisciplinare su come lavorare con i terapisti della riabilitazione manuale: fisioterapista, osteopata, chinesiologo, chiropratico, massoterapista, ortopedico, fisiatra ecc.
    Vengono descritti e sperimentati, nelle sessioni pratiche, i test specifici per collaborare con loro e creare un fattivo lavoro d’equipe.
    Viene approfondita la parte dedicata alla valutazione e gestione visuo-posturale della posizione anomala del capo in termini di valutazione differenziale tra causa visiva e di altra natura, come effettuare l’esame della vista e soluzione prescrittiva, e la modalità visuo-posturale della centratura delle lenti oftalmiche.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • OCCHI STABILIZZATORI DELLA POSTURA: le connessioni con l’equilibrio e il gesto motorio
    • LENTI: valutazione dei prismi di bilanciamento nelle lenti progressive per migliorare il processo di adattamento nel rispetto visuo posturale
    • CENTRATURA: centrare le lenti in caso di un occhio più alto o con precedenti centrature errate
    • PRATICA CLINICA test di valutazione differenziale tra una posizione anomala del capo di origine visiva da altra natura.
    • APPROFONDIMENTO CLINICO: test della convergenza VP, il test più usato in posturologia; come effettuare il test, come interpretarlo e cosa fare da
    soli o in equipe. Convergenza oculare e catene muscolari.
    • COMUNICAZIONE EFFICACE: Impariamo a comunicare con i professionisti della posturologia


    Orario del corso: 10.00 – 17.30 compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Luca Giannelli
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il terzo modulo sull’esame visuo-posturale approfondisce il lavoro multidisciplinare su come lavorare con il medico Dentista e l’Odontoiatra.
    Vengono descritti e sperimentati, nelle sessioni pratiche, i test specifici per collaborare con loro e definiti i test che si possono utilizzare, nel campo della visione, per valutare la possibile relazione disfunzionale tra il sistema visivo e la bocca.
    Viene inoltre approfondito un test visuo-posturale per controllare la bontà dell’occhiale e della prescrizione ossia se essi rispettano la funzione biologica del portatore e ridurre al minimo i mancati adattamenti o far “mal adattare” altri sistemi.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • IL DENTISTA VUOLE COLLABORARE: Occhi e bocca sono legati neurologicamente, problemi agli occhi possono cambiare il contatto dentale e
    viceversa, impariamo i test per valutarne l’interferenza
    • LINGUAGGIO ODONTOIATRICO: L’odontoiatra ci insegnerà a parlare la loro lingua per una comunicazione efficace e duratura
    • LENTI: Test per valutare la lunghezza del corridoio di progressione in funzione dell’atteggiamento posturale
    • PRATICA CLINICA: capacità di testare il contributo dell’apparato stomatognatico sulla visione e finalizzare l’intervento ottico/contattologico
    (sempre all’interno delle proprie competenze)
    • PROTOCOLLO VISUO POSTURALE: Scheda di valutazione VP condivisa da usare e dare allo specialista non visivo per l’interscambio di pazienti.
    • ATTESTATO FINE PERCORSO: per chi ha seguito tutto il percorso è previsto un attestato speciale.


    Orario del corso: 10.00 – 17.30 compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Luca Giannelli
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso tratta l’uso dei due strumenti di diagnostica più importanti per una pratica contattologica adeguata e sicura:
    – Il topografo corneale e l’interpretazione delle mappe topografiche
    – la lampada a fessura e le tecniche di illuminazione.

    Gli obiettivi del corso sono:
    – sviluppare le competenze necessarie inerenti all’uso del topografo corneale e della lampada a fessura,
    – promuovere la capacità di comunicazione e relazione tra i partecipanti,
    – favorire la consapevolezza della ricaduta professionale delle competenze acquisite da questo corso.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • LA CORNEA: ANATOMIA E FISIOLOGIA
    • COME SI MISURA LA CORNEA: PENDENZE, CURVATURE E ALTEZZE
    • IL TOPOGRAFO E GLI ALGORITMI DI CALCOLO
    • LE SCALE: ASSOLUTA, NORMALIZZATA E AGGIUSTABILE
    • GLI INDICI CHERATOMETRICI: COME SI LEGGE UNA MAPPA
    • LE CORNEE IRREGOLARI
    • SIMULAZIONE E ABERROMETRIE
    • PROVE PRATICHE
    • LAMPADA A FESSURA: CARATTERISTICHE, FILTRI E INGRANDIMENTI
    • TECNICHE DI ILLUMINAZIONE: COME E COSA GUARDARE.
    • PROTOCOLLO E UTILIZZO DELLE GRADING SCALES
    • ACQUISIZIONE DI IMMAGINI: PERCHÉ?
    • PROVE PRATICHE


    Orario del corso 10.00 – 17.30, compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Oscar De Bona
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso si rivolge a coloro che si vogliono avvicinare all’ortocheratologia e desiderano conoscere, provare e utilizzare il protocollo applicativo delle lenti ESA Ortho-6.
    Il corso è dedicato anche a chi, già applicatore, desidera condividere esperienze, discutere di casi reali per costruire un network di professionisti della visione con i
    quali confrontarsi e crescere continuamente.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • PERCHÉ L’ORTOCHERATOLOGIA?
    • STORIA ED EVOLUZIONE DELLE GEOMETRIE
    • CENNI DI ANATOMIA E FISIOLOGIA DELLA CORNEA
    • BIOMECCANICA E MECCANISMO D’AZIONE
    • PROTOCOLLO APPLICATIVO DELLE ESA ORTHO-6: APPLICAZIONE PRATICA
    • INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI ALL’ORTOCHERATOLOGIA
    • EFFICACIA E SICUREZZA: RISULTATI DI UNA SPERIMENTAZIONE CLINICA
    – LA RISPOSTA CORNEALE AL MICROSCOPIO CONFOCALE
    – VARIAZIONI TOPOGRAFICHE E ABERROMETRICHE
    • RISCHI E COMPLICANZE. CASI CLINICI: GESTIONE
    • RISPETTARE LE REGOLE: LA COMPLIANCE E LA MANUTENZIONE
    • CENNI SUL CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE MIOPICA
    • TAVOLA ROTONDA


    Orario del corso 10.00 – 17.30, compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Oscar De Bona o Paolo Soragni
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso è dedicato alle figure professionali (oculisti, optometristi, ortottisti, psicologi, logopedisti ecc…) che intervengono nella valutazione interdisciplinare, nelle cause dei DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento) in particolare nella Dislessia, proponendo un protocollo che analizza le basi visive che possono concorrere allo sviluppo di questo disturbo.
    Il progetto Tetra, sviluppato dal Dr. Carlo Aleci, utilizza una piattaforma che permette di analizzare la parte relativa agli stimoli visivi, con test specifici validati dall’Università di Torino, che entrano nella batteria dei test, legati alla valutazione della Dislessia, in modo da utilizzarlo nella redazione, da parte del neuropsichiatra infantile, nella diagnostica della dislessia e la relativa strategia riabilitativa attraverso il modulo Trigram presente nella piattaforma Tetra.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • Comunicare il progetto Tetra: cosa dire e cosa non dire – DR. MARCUGLIA
    • TETRA: New Insigths – DR. ALECI
    • Q&A prima parte
    • Prove pratiche e simulazioni in gruppi
    • Illustrazione tecnica dei test, i protocolli diagnostico e riabilitativo, la proposta di referto, i programmi accessori – ING. BERTOLINI


    Orario del corso 10.00 – 17.30, compresa la pausa pranzo.
    Relatori del corso: Marco Bertolini, Carlo Aleci, Dino Marcuglia
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI
    SCL è la famiglia delle lenti RGP Specialty di grande diametro, sviluppata da TSLAC per offrire ai professionisti una molteplicità di soluzioni applicative. Maturata dall’esperienza progettuale e dalle esigenze cliniche, la linea SCL è il frutto della ricerca in contattologia per superare con successo le criticità applicative e le difficoltà correttive tipiche delle lac ad appoggio corneo-sclerale ed aptico.
    L’intera gamma SCL è prodotta con polimeri ad elevata permeabilità ai gas (DK 100-125-200×10-11ISO/Fatt ), al fine di garantire l’adeguato fabbisogno metabolico corneale.

    Verrà discussa la materia relativa all’applicazione di lenti aptiche (extra corneali), siano esse mini sclerali o corneo sclerali.
    Partendo da considerazioni che riguardano la geometria corneo-sclerale, si entrerĂ  nel vivo di due interessanti protocolli applicativi: SCL Advance e SoClear.
    Alla parte teorica, seguirĂ  un lavoro di gruppo incentrato sul problem solving e una parte pratica con applicazione di lenti.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • INTRODUZIONE SUI CONCETTI BASE COMUNI A TUTTE LE SCLERALI
    • PROTOCOLLO APPLICATIVO LENTI SCLERALI SCL ADVANCE E SOCLEAR
    • PROBLEM SOLVING
    • VALUTAZIONE CLINICA
    • CASE REPORT

    Corso gratuito in collaborazione con TSLac.

    Orario del corso 10.00 – 17.30, compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Marco Tovaglia
     
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Il corso ha carattere multidisciplinare, è destinato ad ottici e optometristi con esperienze applicative in lenti per ortocheratologia e agli oftalmologi che vogliono accrescere le
    loro conoscenze sulle possibilità offerte oggi dall’ortocheratologia.

    Durante il corso verranno trattati i seguenti argomenti:

    • IL TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO DELL’ ASTIGMATISMO
    • LENTI ESA PER ASTIGMATISMO: CARATTERISTICHE DIMENSIONALI E MECCANISMO D’AZIONE
    • VALUTAZIONE PREAPPLICATIVA ED IMPOSTAZIONE DEL TRATTAMENTO IN BASE AL TIPO E ALL’ENTITÀ DELLA TORICITÀ CORNEALE
    • ESEMPI PRATICI DI TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO PER ASTIGMATISMO
    • IL TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO NELL’ IPERMETROPIA E NELLA PRESBIOPIA
    • LENTI ESA PER IPERMETROPIA: CARATTERISTICHE DIMENSIONALI E MECCANISMO D’AZIONE
    • VALUTAZIONE PREAPPLICATIVA ED IMPOSTAZIONE DEL TRATTAMENTO IN PRESENZA DI IPERMETROPIA.
    • IL CONTROLLO DOPO LA PRIMA NOTTE E L’OTTIMIZZAZIONE DELL’ APPLICAZIONE
    • ESEMPI PRATICI DI CALCOLO E DIMENSIONAMENTO DELLE LENTI PER IL TRATTAMENTO ORTOCHERATOLOGICO NELL’ OCCHIO IPERMETROPE


    Orario del corso 10.00 – 17.30, compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Oscar De Bona o Paolo Soragni
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI

    Dopo un’adeguata valutazione del sistema binoculare con l’analisi visiva ci troviamo a dover valutare sia la sindrome binoculare che un’eventuale correzione.
    In alcuni casi ci si rende conto però che la solo correzione oftalmica , o tramite lenti a contatto non risolve la sintomatologia iniziale del soggetto.
    In questo corso verranno prese in considerazione le varie situazioni.
    Partendo dalla valutazione binoculare, sia secondo l’analisi di Scheiman & Wick che secondo l’analisi di Crossman, si arriverà alla definizione delle sindromi binoculari non strabiche e da qui ad una piccola programmazione di Visual Training.
    Verranno trattati i principi del Visual Training e le tecniche per trattare le sindromi come l’insufficienza di convergenza e l’eccesso di accomodazione.
    Nel corso si partirĂ  dalla valutazione di alcune schede di analisi e si programmerĂ  un percorso di trattamento Visual Training tenendo conto delle regole di buona pratica e simulando gli esercizi da fare sia in studio che a casa.
    Verranno trattati e spiegati anche i principali esercizi da fare per le varie sindromi binoculari non strabiche.


    Orario del corso 10.00 – 17.30, compresa la pausa pranzo.
    Relatore del corso: Daniela Comuzzi
    DATA CORSO:
    PREZZO DEL CORSO:
    Accedi o iscriviti per visualizzare il prezzo.

    Informazioni

    Registrati o esegui il log-in per partecipare

    CONTATTACI